espanol
Home News Attività Chi siamo Albalonga RIIA Contatti Link 
logo IMLA

Francisco Curt Lange

fondatore

Lange

Musicologo uruguaiano di origine tedesca, naque ad Eilenburg il 12 dicembre 1903 e morì a Montevideo il 3 maggio del 1997. Suoi insegnanti furono Nikisch, Sandberger, Bucken, van den Borren, Oeser, Hornbostel e Sachs. Nel 1930 il governo dell'Uruguay lo invitò a collaborare all'organizzazione della vita musicale del Paese e si stabilì a Montevideo, acquisendo la cittadinanza uruguaiana e lavorando energicamente su una moltitudine di progetti. Fu un fondatore della Discoteca Nazionale e del SODRE (Ente Radiofonico Statale), del quale fu consulente musicale dal 1930 al 1948; introdusse gli studi di musicologia nell'Instituto de Estudios Superiores (1933) e fondò a Montevideo il movimento Americanismo musical per promuovere la musica e i musicisti delle Americhe. Il primo Congreso de música Ibero Americana (Bogotá, 1938) e la Conferenza Interamericana nel Campo della Musica (Washington, DC, 1939), furono organizzati sotto i suoi auspici. Per diversi anni lavorò all'organizzazione e all'educazione musicale in Argentina, Brasile, Perù e Colombia.

Nel 1935 cominciò a pubblicare il Boletín Latinoamericano de Música, che si occupava delle varie tradizioni musicali delle Americhe. Fu, inoltre, il fondatore dell'Instituto Interamericano de Musicología (1938) a Montevideo, che ha pubblicato 66 opere di compositori latinoamericani sotto l'auspicio dell'Editorial Cooperativa Interamericana de Compositores (1941-56). Pubblicò con Hans J.Koellreutter la rivista Música viva (Rio de Janeiro, 1940-41) e sotto l'auspicio dell'Istituto, in collaborazione con Juan Bautista Plaza, l'Archivo de música colonial venezolana (1941-42), la prima collezione storica latinoamericana organizzata (12 volumi).

Nel 1948 Lange fu invitato a costituire il dipartimento di musicologia all'Università Nazionale di Cuyo, Mendoza, Argentina, dove fondò e pubblicò la Revista de estudios musicales (1949-56) e una serie di musiche latinoamericane contemporanee.

Il maggiore contributo di Lange alla ricerca musicologica è stata la sua esplorazione estensiva degli archivi coloniali in Argentina e Brasile, sostenuta da più di venti fondazioni e governi. A Minas Gerais scoprì una cultura musicale del diciottesimo secolo particolarmente ricca, sviluppata esclusivamente da mulatti, e pubblicò molte partiture della loro musica religiosa per il suo Monumenta Musicae Brasiliae. Il suo lavoro negli archivi brasiliani ha inoltre prodotto vari altri volumi di preziosa documentazione. Questa ricerca è stata ampliata da ulteriori studi in Spagna e Portogallo. Fra il 1933 e il 1970 organizzò centinaia di concerti di quella musica in ogni parte del Sud America, degli USA e dell'Europa; in questo modo ha contribuito più di ogni altro a diffondere la musica latinoamericana.

Fu anche attivo nel diffondere la cultura europea e nordamericana in America Latina: organizzò molti concerti di nuova musica degli USA a Montevideo e Rio de Janeiro e, per diffondere la conoscenza latinoamericana della bibliografia internazionale, tradusse in spagnolo numerosi studi. Come professore invitato, insegnò in tutta l'Europa e negli USA, e fu il rappresentante latinoamericano di molte organizzazioni musicologiche europee e nordamericane.

(tradotto e adattato da BÉHAGUE, Gerard: «Lange, Francisco Curt», en SADIE, Stanley (ed.): The New Grove Dictionary of Music and Musicians, Londres, 1980)

Pubblicazioni