top of page
  • carlolazari

Suonando il Cile e le Ande L’esperienza di una generazione di italiani tra musica dell’altro e memoria di sé (1973-2023). Di Stefano Gavagnin


L’ascolto della musica dell’Altro è un fenomeno affascinante perché «intriga il modo in cui così tante persone oggi, pur perdendo il significato implicito di gran parte della musica che ascoltano, la “fraintendono” in un modo così creativo ed efficace da renderla compatibile con le proprie vite» (Sorce Keller). Questo libro ne illustra un caso paradigmatico: quello di una generazione di italiani, adolescenti negli anni Settanta, che hanno plasmato le loro identità dialogando con la musica dell’Altro latinoamericano, fino a renderla un ingrediente fondamentale dei loro immaginari, sogni e utopie.

Il volume è articolato in tre sezioni. La prima presenta le componenti di fondo del fenomeno: i modelli musicali latinoamericani – il canto esule del Cile e la musica andina, due gene­ri che conobbero nel nostro paese una diffusione di massa senza prece­denti in seguito all’emozione e alla solidarietà politica suscitate dal colpo di stato cileno del 1973 – e le dinamiche della loro affermazione nel contesto italiano. Nella seconda, attraverso documenti, interviste e l’osservazione partecipante, sono ricostruite la vicenda e la memoria di quella comunità di “gruppi italiani di musica cilena/andina”. La terza, infine, offre al lettore uno sguardo sulla loro produzione musicale, in perenne equilibrio tra istanze di mimesi e di autonomia creativa.

La presentazione del volume è di Julio Mendívil.


Qui sotto il link per l'acquisto del libro:

26 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page